La chiesa della Madonna degli Angeli di Torino: storia e bellezze

La chiesa della Madonna degli Angeli di Torino si trova all’angolo delle vie Cavour e Carlo Alberto ed è stata costruita fra il 1631 ed il 1650 sui resti di un’altra chiesa più piccola per volere dei Frati minori riformati, già gestori della chiesa precedente.

Nel 1620 la marchesa di Riva Margherita di Roussilon acquistò l’intera area dove poi sorse l’attuale chiesa della Madonna degli Angeli, all’epoca gestita dai Francescani Riformati Minori, invitati a Torino pochi anni prima da Carlo Emanuele.

I lavori iniziarono nel 1631 anche grazie all’interessamento di Maurizio di Savoia per poi concludersi nel 1650, mentre la consacrazione avvenne 4 anni dopo, precisamente il 25 ottobre del 1654.

chiesa della madonna degli angeli

I frati minori riformati, che si occupavano di confortare le anime furono aiutati anche da diverse personalità influenti dell’epoca, come l’ambasciatore francese a Torino, il quale nel 1641 fece realizzare una prima infermeria che diventò poi l’abitazione dei frati Francescani.

In seguito fu la Madama Reale a sostenere le spese per realizzare una nuova infermeria più grande.

La chiesa della Madonna degli Angeli venne poi completamente ristrutturata nel 1901 su progetto dell’architetto ed ingegnere torinese Carlo Ceppi, lo stesso che fece realizzare anche il campanile e la cupola ed i lavori terminarono nel 1904.

Poi nel 1924 la chiesa venne eretta a Santuario.

carlo ceppi torino

Foto di Zairon – licensed under CC BY-SA 4.0 DEED

La pianta della chiesa della Madonna degli Angeli è a navata unica con delle cappelle laterali collegate tra loro, all’incrocio della navata con il finto transetto (corpo architettonico delle chiese cristiane) si erge la cupola semisferica realizzata da Carlo Ceppi.

La cupola venne eretta in cemento armato e fu una delle prime applicazioni a Torino della “tecnica Hennebique”, che prende il nome da François Hennebique (1842 –1921) un imprenditore francese riconosciuto inizialmente come l’inventore del calcestruzzo armato.

All’interno della chiesa della Madonna degli Angeli si possono ammirare i due altari di età barocca, l’altare maggiore in marmo con il coro in legno, un mosaico del 1961 e diversi dipinti realizzati dai pittori piemontesi Bartolomeo Caravoglia, Gianbattista Molinari e dal milanese Filippo Abbiati.

L’arcata della chiesa è decorata in tutto il suo perimetro e raffigura delle teste di angelo.

Presso la chiesa della Madonna degli Angeli di Torino, il 7 giugno 1861 ebbero luogo le esequie di Camillo Benso conte di Cavour.

Lascia un commento