GAM di Torino: Galleria d’arte moderna e contemporanea

La GAM di Torino, Galleria civica d’arte moderna e contemporanea è stata fondata fra il 1891 ed il 1895, fa parte della Fondazione Torino Musei ed ospita delle collezioni permanenti che vanno dal 1800 ad oggi.

Torino è stata la prima città italiana a promuovere una raccolta pubblica di opere d’arte moderna, precisamente nel 1863 con la fondazione del Museo Civico, presso la Mole Antonelliana.

gam torino, galleria arte moderna

Helmut Newton di Guillaume Baviere – licensed under CC BY-SA 2.0

Poi dal 1895 al 1942 la collezione di opere venne esposta presso un padiglione dell’attuale corso Gallileo Ferraris (ex corso Siccardi), tuttavia il padiglione venne distrutto dai bombardamenti angloamericani durante il secondo conflitto mondiale.

Poi nello stesso luogo si decise di realizzare la Galleria di Arte Moderna sui progetti degli architetti Goffredo Boschetti e Carlo Bassi.

L’inaugurazione della GAM di Torino avvenne nel 1959 e la collezione delle opere, secondo le direttive del direttore Vittorio Viale (storico dell’arte), venne esposta sui due piani dell’edificio.

La Galleria chiuse i battenti durante gli anni ’80 a causa dell’inagibilità dell’edificio e riaprì nel 1993 dopo diversi lavori di restauro.

Nella GAM di Torino si trovano oltre 47.000 opere che comprendono dipinti, sculture, video e installazioni, mentre nei sotterranei oltre ad una ricchissima videoteca, vi sono anche diverse importanti rassegne.

Inoltre sono presenti una sala per le conferenze, una biblioteca, una libreria, un archivio fotografico e dei laboratori a carattere didattico.

Per visitare la GAM di Torino è possibile anche prenotare visite di gruppo e visite per le scuole.

sede gam torino, arte contemporanea

Foto di Giancluca Platania – licensed under CC BY-SA 3.0

Nel 2009 la collezione ha subito una riorganizzazione, invece di esporre le opere esposte in maniera cronologica si è deciso di seguire una trama di Veduta, Genere, Infanzia e Specularità.

Nel 2013, in concomitanza con i 150 anni delle collezioni della Galleria, la riorganizzazione delle opere cambiò nuovamente, seguendo i percorsi Infinito, Velocità, Etica e Natura.

Fra le opere della GAM di Torino, figurano quelle di artisti come Pablo Picasso, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Antonio Canova, Giacomo Balla, Antonio Mancini, Giovanni Fattori, Paul Klee, Giorgio De Chirico, Amedeo Modigliani, Domenico Valinotti.

arte moderna, turismo torino

Foto di Ju Liu – licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Nella Videoteca vi sono più di 1.300 video d’artista e 1.320 documentari inerenti la Storia dell’Arte dal 1800 ai giorni nostri, mentre l’archivio del documentario dell’Arte è uno dei più importanti e notevoli del panorama italiano.

Questo preziosissimo archivio garantisce la memoria conservativa ad artisti e studiosi, potendone ammirare i loro sguardi, gesti e ricordare le loro parole.

La collezione della GAM di Torino è un esempio unico in Italia per quantità e importanza, raccoglie alcune delle opere più significative di storia dell’arte, del cinema d’artista che va dagli anni ’60 ai giorni nostri ed alcuni accenni al cinema sperimentale di inizio 1900.

La raccolta è in continua crescita grazie al sostegno della Fondazione CRT (Cassa di Risparmio di Torino) per l’Arte Moderna e Contemporanea.

gam torino

Foto di Lorenzo Salinari – licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Poi abbiamo il Gabinetto disegni e stampe della Galleria, uno spazio dedicato alla raccolta grafica del Museo, questo è stato possibile grazie al sostegno della Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino.

Sito della GAM di Torino: https://www.gamtorino.it/it

Il suo patrimonio grafico raccoglie quasi 40.000 pezzi fra album e fogli ed è una delle più importanti opere di raccolta, inoltre è stata integralmente informatizzata grazie ad un lungo lavoro di schedatura iniziato nel 2000.

La cronologia dell’archivio artistico parte dalla fine del 1700 fino alle soglie del 2000 e comprende artisti come Giuseppe Bagetti, Antonio Fontanesi, Pietro Giacomo Palmieri, Domenico Morelli, Giovanni Fattori, Felice Giani, Giorgio Morandi, Lucio Fontana, Renato Guttuso, Leonardo Bistolfi, Felice Casorati, Bouchot, Delaroche, Warhol, Rauschenberg.

Per consultare i materiali del Gabinetto Disegni e Stampe è necessario prendere appuntamento.

Lascia un commento